Deglutizione disfunzionale

La deglutizione rappresenta una delle funzioni fisiologiche della vita di ogni individuo.

Quando questa funzione si effettua con modalità diverse da quelle considerate normali in un soggetto adulto, si parla di deglutizione disfunzionale.

degl 1

La dinamica della deglutizione cambia nei diversi periodi della vita a partire dall’età neonatale, passando da una deglutizione di tipo infantile ad una di tipo adulta; la principale differenza tra le due è il movimento che la lingua effettua durante l’atto deglutitorio:

  • antero-posteriore nell’infanzia, per permettere la suzione del latte;
  • supero-inferiore nell’adulto, per convogliare il bolo verso la base linguale;

Quando una deglutizione di tipo infantile permane oltre i 6 anni di età si va a definire un quadro di deglutizione disfunzionale.

Spesso ad un quadro di deglutizione disfunzionale sono associati vizi orali, come ad esempio l’onicofagia, il succhiamento del dito e l’utilizzo oltre i 3 anni di età di ciuccio e/o biberon. Tutto ciò porta quasi inevitabilmente ad una alterazione del morso ed uno squilibrio muscolare oro-facciale.

Deglutizione

 

La presa in carico del paziente con deglutizione disfunzionale vede coinvolte, in un lavoro sinergico, sia la figura del logopedista al fine della correzione della spinta linguale ed eliminazione di eventuali vizi orali e dell’ortodontista per la correzione dell’alterazione del morso.